“Invecchiamento”: studiarlo per non temerlo – Parte seconda –


Mi è impossibile dirvi la mia età:
cambia tutti i giorni!

Le teorie genetiche
Secondo alcuni scienziati le nostre cellule contengono nel DNA una sorta di timer programmato per un certo numero di riproduzioni.
Il rinnovamento dei tessuti, pertanto, non può avvenire all’infinito ma ha un limite che porta alla degenerazione progressiva.
Sempre in ambito genetico esiste una teoria basata sugli errori prodotti nella comunicazione genetica tra le cellule.
Secondo questa teoria, l’accumulo di errori nella trasmissione delle informazioni genetiche porta ad una perdita di efficienza
nella vita cellulare e quindi alla degenerazione di tutta l’attività biologica dell’organismo.

Le teorie biochimiche
Per vivere trasformiamo gli alimenti in energia attraverso numerosi e complessi processi biochimici. Questi processi producono numerose sostanza tossiche che, accumulandosi, compromettono la funzionalità organica inducendo la senescenza. I famosi radicali liberi appartengono a queste sostanze di scarto che se non smaltite dall’organismo aggrediscono le membrane cellulari provocando l’invecchiamento della pelle.

Le teorie mediche
La medicina ha individuato l’origine del decadimento fisico e fisiologico nelle relazioni che regolano reciprocamente il sistema
immunitario, il sistema endocrino e il sistema nervoso centrale.
La progressiva inefficienza della comunicazione tra questi tre sistemi compromette tutta la funzionalità organica e, soprattutto,
danneggia la capacità di risposta alle malattie.
Quale scienza è più affidabile? La genetica, la chimica, la medicina?
Spesso gli studi lavorano in modo sinergico e le teorie si completano.
In ogni caso, tutti e tre i punti di vista che abbiamo analizzato individuano molti degli elementi che innescano i processi di invecchiamento e forniscono elementi molto utili alla formulazione di rimedi che possano contrastare e in qualche modo rallentare questo processo ineluttabile. In particolare, ognuna di queste teorie collocano la chiave del problema al livello più elementare della nostra vitalità: la cellula.

SaraMaite

(© Max Pier 2015)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...